Pietre Sacrali

Il chakra sacrale, o Swadhisthana in sanscrito, è il secondo chakra ed è strettamente legato all’equilibrio emotivo e alla creatività. Si trova appena sotto l’ombelico e regola così gli organi riproduttivi. Un chakra sacrale aperto ed equilibrato è importante per vivere una vita equilibrata, sana e prosperosa.

Un chakra sacrale chiuso può escluderti dalle opportunità e soffocare la tua creatività. Potresti sentirti isolato o insensibile e disconnesso dalle tue emozioni e dalle persone che ti circondano. Le persone con chakra sacrale chiuso spesso cercano di compensare essendo eccessivamente controllati o insicuri. D’altra parte, un chakra sacrale iperattivo può portare a disturbi dell’umore come la depressione e il disturbo bipolare. Se il tuo chakra sacrale è iperattivo, potresti sentirti insicuro ed avere bisogno di una costante rassicurazione. Puoi essere creativo e attivo, ma non avere fiducia nel tuo lavoro e non essere in grado di accettare critiche.

Pietre curative ed il loro significato

Il colore del chakra per il Swadhisthana è l’arancione ed è legato alla luna, quindi le gemme arancioni e gialle sono buone per aprire il chakra sacro. Le gemme in colori opposti possono essere usate per lenire un chakra sacrale iperattivo.

I cristalli che aprono e attivano il secondo chakra includono:

  • Calcite arancio e corallo
  • Citrino
  • Corniola arancione
  • Avventurina arancione

La calcite arancione e il citrino hanno entrambe proprietà detergenti, che possono aiutare a eliminare un blocco nel chakra. La calcite corallina è spesso utilizzata nella guarigione a distanza a causa delle sue qualità amplificanti.

Se il tuo secondo chakra è iperattivo, le pietre che possono essere usate per lenire includono:

  • Corniola arancione
  • Ossidiana del fiocco di neve
  • Ambra
  • Pietre preziose viola come ametista, quarzo e tormalina

La corniola arancione può essere utilizzata sia per l’apertura che per lenire a causa delle sue proprietà curative uniche. Le pietre di chakra ambrate sono conosciute per attingere energia in se stesse, quindi possono essere usate per assorbire l’energia in eccesso nel secondo chakra. L’ossidiana del fiocco di neve ripristina l’equilibrio del corpo.

La pietre della luna, è un cristallo unico perché può essere usato sia per aprire e calmare il chakra sacrale a causa della sua connessione con la luna, che è anche associato al secondo chakra. Il significato della pietra di luna varia leggermente a seconda della varietà, ma tutti sono buoni per il chakra sacrali, specialmente quelli con una leggera tonalità dorata o gialla.